Microsoft sta tentando di realizzare un’intelligenza artificiale in grado di sembrare un ragazzo migliorando costantemente se stessa. Il settore di ricerca della casa di Redmond ha, infatti, ha lanciato un nuovo chatbot chiamato Tay che ha lo scopo di migliorare la comprensione del linguaggio colloquiale, imparando come un adolescente.

Tay è disponibile su Twitter, GroupMe, e Kik. In particolare su Twitter, gli utenti possono mandargli un tweet per ottenere una sua risposta (si può iniziare anche solo con i DM per evitare di ricevere troppe risposte). Sulle altre piattaforme, invece, sarà necessario trovare le discussioni di Tay e poi iniziare a dialogare con la chatbot di Microsoft. Tay è stato sviluppato dal team di ricerca e sviluppo di Microsoft e dal team di Bing. L’abilità di conversazioni della chatbot sarebbe il frutto di un mix di dati pubblici combinati con alcuni precisi input di uno staff editoriale tra cui anche dei commedianti.

A livello teorico, Tay dovrebbe apprendere il linguaggio con il tempo e dunque mano a mano che dialogherà con le persone le sue risposte dovrebbero migliorare.

Al di la del semplice dialogo, Microsoft ha reso Tay in grado di rispondere anche ad alcune semplici domande. Il chatbot può raccontare, per esempio, barzellette e storielline e persino formulare un oroscopo. Si può giocare con lui anche con alcune emoji particolari.

Tay non ha uno scopo ben preciso, cioè non sarà una futura opzione di qualche servizio targato Microsoft. Questo chatbot deve, piuttosto, essere visto con un progetto di ricerca che potrebbe portare a migliorare servizi come gli assistenti virtuali che per quanto evoluti ancora non offrono un dialogo davvero naturale. Imparando come davvero le persone si esprimono, Microsoft in futuro potrebbe perfezionare il suo assistente digitale affinché fornisca le risposte più utili.