La notizia di Microsoft ha acquistato la divisione smartphone di Nokia ha fatto subito clamore. Secondo Federico Moretti la mossa potrebbe deludere ambe le compagnie facendo l’esempio di Google e Moto X, io invece sono fiducioso. L’acquisizione di Microsoft potrebbe invece giovare principalmente all’ecosistema Windows Phone.

Sventato il pericolo di poter vedere un Nokia con Android, Microsoft può sbancare realizzando gli smartphone da sé, su misura, senza dover collaborare con alcuna azienda o discutere accordi di vario genere. Sarebbe opportuno però, non ripetere l’errore fatto con Surface e attuare una politica più “consumer”.

Un ipotetico Microsoft Lumia è un dispositivo che ha un suo fascino. Una politica simile a quella di Google e i dispositivi Nexus potrebbe essere seguita da Microsoft  che continuerà a fornire la licenza per  l’OS ai produttori ma per il proprio dispositivo effettuare un “trattamento di favore”, avendo quindi uno smartphone di punta per il proprio OS. Sta a Microsoft e al suo nuovo CEO, dettare la politica sui nuovi dispositivi cercando di non cadere nel baratro.

photo credit: vernieman via photopin cc