Non solo i nuovi Lumia 950 e 950 XL, HoloLens, il tablet Surface Pro 4 o la tecnologia Continuum (che trasforma gli smartphone in un PC), durante la conferenza Microsoft di ieri il colosso di Redmond ha mostrato al mondo intero anche Microsoft Band ( di cui sono trapelati rendering ufficiosi nei giorni scorsi), nuova iterazione del braccialetto intelligente targato MS che però non cambia nome.

La novità che salta subito all’occhio è senza dubbio il nuovo design, caratterizzato da una forma curva con display antigraffio Gorilla Glass 3 e dettagli in alluminio. Confermate ovviamente tutte le feature tipiche dei braccialetti intelligenti come rilevazione del battito cardiaco, contapassi, e la nuova VO2Max che rileva la quantità di ossigeno che il corpo sta consumando (con un margine d’errore dell’1 o 2%); assoluta novità nel settore degli indossabili.

Oltre all’estetica, l’activity tracker del gruppo di Redmond introduce altre interessanti novità: il nuovo Band è infatti traspirante, flessibile e particolarmente ergonomico. Presente il modulo GPS per la geolocalizzazione, ottimizzata l’integrazione con l’assistente virtuale Cortana. L’indossabile è stato ovviamente pensato per funzionare insieme al sistema operativo Windows, ma anche gli utenti iOS e Android potranno utilizzare senza problemi il nuovo Band in accoppiata con i loro smartphone o tablet.

Microsoft Band è disponibile da oggi in preordine sul mercato USA al prezzo di 249 dollari in USA, mentre le spedizioni partiranno il 30 ottobre. Microsoft non ha ancora annunciato nel dettaglio quali saranno i paesi in cui il device sarà distribuito, oltre agli Stati Uniti.