Il gigante di Redmond si espande aggiungendo Beam alla sua “scuderia”, un servizio di livestreaming interattivo pensato soprattutto per i videogiocatori che vogliono condividere video gameplay in diretta con altri utenti.

A riportare la notizia è direttamente Microsoft sul proprio blog ufficiale. Beam è un servizio che offre una bassa latenza ed è focalizzata sull’interattività dello streaming video con la possibilità di rendere il broadcasting più dinamico possibile e con il coinvolgimento del “pubblico”.

“Noi di Xbox siamo molto esaltati da questa convergenza tra il giocare e il guardare e vogliamo consentire ai giocatori la libertà e la scelta di grandi esperienze multiplayer attraverso tutte le piattaforme di Beam”, ha spiegato Chad Gibson, Partner Group Manager di Xbox Live, “Questa acquisizione aiuterà i giocatori a godere dei titoli che vogliono, con le persone che vogliono e sui dispositivi che preferiscono”.

Ma come funziona l’interazione di Beam? Gli spettatori possono, ad esempio, selezionare delle sfide proposte dalla piattaforma o compiere scelte che incidono poi sulla partita dell’utente che trasmettendo.

Non è ancora dato sapere quali sono i progetti di Microsoft per Beam, ma è probabile che in un prossimo futuro  il servizio sarà implementato su Xbox One con la possibilità di diventare la piattaforma streaming di riferimento per l’ecosistema ludico del gruppo di Redmond.