Microsoft ha intenzione di abbandonare, almeno per il momento, il mondo degli indossabili. Dopo una serie di speculazioni arriva una mezza conferma ufficiale. La casa di Redmond ha, infatti, rimosso dai suoi negozi online Microsoft Band 2, il suo unico fitness tracker. Prodotto non più disponibile nemmeno nei negozi Best Buy mentre sono in esaurimento le scorte su Amazon. Per il 2016 non ci sarebbe, inoltre, nessun piano per la presentazione di un nuovo modello ed il team che si occupava dello sviluppo della piattaforma è stato smantellato già da un po’ di tempo.

Inoltre, a rimarcare l’addio dal settore degli indossabili per il fitness anche la rimozione del kit di sviluppo che permetteva di realizzare applicazioni per la piattaforma del fitness tracker. Di recente, Microsoft aveva anche rinominato la sua app Microsoft Health in Microsoft Band lasciandola, comunque, presente all’interno dei vari app store.

Il primo Microsoft Band aveva debuttato nel 2014 e nell’anno successivo era stato sostituito da un modello nuovo. Tuttavia, questo dispositivo non ha mai preso piede ed anzi è stato più volte aggetto di critiche.

La casa di Redmond, dunque, ha deciso di lasciare il settore degli indossabili e del fitness a player del calibro di Fitbit, Samsung, Garmin, Misfit, Apple e tanti altri. Trattasi di una scelta che non stupisce in quanto la nuova linea di Satya Nadella è quella di puntare più sui servizi e sul software che sull’hardware. Ad eccezione dei Surface e del visore Holoens, infatti, la casa di Redmond si sta concentrando maggiormente sui servizi come le piattaforme cloud su cui sta ottenendo ottimi riscontri.