Meizu ha tolto i veli sulla sua nuova famiglia di smartphone Android composta dal Meizu Pro 6 Plus e dal Meizu M3X. Il primo è un terminale di fascia alta che nulla ha da individuare ai prodotti di altre ben note marche. Meizu Pro 6 Plus, infatti, adotta uno dei SoC più interessanti del 2016 e cioè il processore Exynos 8890 che equipaggia gli attuali Samsung Galaxy S7. Il nuovo top di gamma di Meizu, dunque, dovrebbe offrire, sulla carta, prestazioni di riferimento.

Per quanto riguarda le altre specifiche tecniche, il Meizu Pro 6 Plus dispone di uno schermo OLED da 5.7 pollici con risoluzione QHD 1440p. La memoria RAM che equipaggia questo device è di ben 4GB. Per quanto riguarda l’impianto multimediale, Meizu Pro 6 dispone di due moduli fotografici: il primo, posteriore, presenta un’ottica da 12 MP f/2.0, mentre anteriormente trova posto, per i selfie, un sensore da 5MP.

Ovviamente non mancano supporti e sensori come l’LTE, il GPS, il WiFi, il Bluetooth e l’USB-C. La batteria da 3400 mAh dovrebbe offrire una buona autonomia d’uso. A rimarcare la natura Premium del dispositivo la scocca in lega metallica. Dal punto di vista software, Meizu Pro 6 Plus adotta Flyme 6, basato su Android che porta con se oltre 400 nuove funzionalità rispetto alla release precedente.

La versione internazionale sarà dotata del supporto a tutte le bande LTE, dunque, anche i clienti non cinesi potranno apprezzare ulteriormente questo dispositivo.

Meizu M3X

Meizu M3X è la nuova proposta di fascia media del produttore. Non offre contenuti da top di gamma come il Pro 6 Plus ma presenta, comunque, alcune specifiche interessanti come il processore Helio P20 di MediaTek. Per quanto riguarda le altre specifiche, Meizu M3X dispone di uno schermo da 5.5 pollici con risoluzione Full HD curvo sui bordi come vuole la moda odierna. Meizu M3X sarà offerto in due varianti, una con 3GB di RAM e 32GB di flash storage ed una con 4GB di RAM e 64GB di memoria interna. Da evidenziare che Meizu M3X supporta le memorie RAM LPDDR4 che dovrebbero offrire vantaggi soprattutto nell’uso estremo in multitasking.

Buona anche la componente multimediale. Posteriormente trova posto un sensore da 12 MP di origine Sony, mentre frontalmente, per i selfie, Meizu M3X dispone di un’ottica da 5MP. Ovviamente, anche in questo caso non mancano tutti quei sensori e supporti oggi immancabili in un terminale moderno compreso il sensore per le impronte. La batteria da 3200 mAh con ricarica rapida dovrebbe offrire una buona autonomia d’uso.

Per quanto riguarda il software, Meizu M3X adotta la piattaforma Flyme 5.2 basata su Android 6.0. Prezzi a partire da 1699 yuan cioè poco più di 230 euro al cambio attuale.