Il 2012 è stato decisamente l’anno dei social network, del mobile e della comunicazione online.

Il 2013 a mio avviso sarà l’anno della sperimentazione nella crossmedialità. Tecnologia, network e pratiche si fonderanno insieme, generando inedite forme di comunicazione.

Credo che uno dei settori che maggiormente ci darà delle sorprese in questo senso sarà la televisione. Già quest’anno abbiamo visto i primi esperimenti di pratiche di social tv. La televisione, di natura analogica e monodirezionale nel messaggio, ha incontrato i social network, diventando, a tendere, un nuovo medium ibrido. Generando interazione e una sorta di crowdsourcing del programma televisivo, con il pubblico protagonista e co-autore delle vicende.

Sky è in Italia pioniere di questa sperimentazione. Lo dimostra la sua massiccia presenza online con contenuti di qualità e l’enorme successo “social” di XFactor, che con una applicazione mobile e inserendo un meccanismo di votazione e commento direttamente da Twitter, ha raggiunto delle vette di partecipazione mai vista prima: “una media di circa 70 mila tweet e una media di 52, 3 milioni di impression  a puntata fino a toccare i 115 mila tweet” (Blogmeter).

Da una settimana è iniziata la seconda edizione del cooking show MasterChef, in onda in prima serata su Sky Uno, che si preannuncia un altro successo di tv social-interattiva. Sky ha infatti creato l’applicazione MasterchefItalia, che permetterà un’interazione tra il programma e il pubblico.

L’applicazione è densa di contenuti e feature interessanti: una sezione che da tutte le informazioni sul “mondo Masterchef“, costruita con un vero e proprio menù, un po’ come fosse un mini portale web, ma formato mobile. Infatti qui troviamo una home con la presentazione dei tre chef giudici, le news sui piatti dell’ultima puntata, una sezione ricette dei piatti realizzati dai concorrenti, che si arricchisce come un vero e proprio libro puntata dopo puntata. I video e le foto della trasmissione sono raccolti in una gallery, con spezzoni montati sapientemente con i contenuti decisivi, rimanendo esaustivi anche in formato leggero. Due sezioni sono dedicate poi ai protagonisti, con le info personalizzate formato “scheda” di giudici e dei concorrenti che si contenderanno il titolo di Masterchef dell’anno.

Ma oltre a usufruire dei contenuti della app, gli utenti potranno anche interagire con questi. Attraverso un comodo log con i propri account Twitter e Facebook, potranno infatti condividere in tempo reale news, video e ricette sui social. Inoltre un comodo stream permette di twittare e seguire l’hashtag #MasterChefIT direttamente dall’interno dell’applicazione. Se ci date un occhio vi renderete conto che il flusso è continuo e l’interazione è molto ricca, sapientemente monitorata e moderata dall’account ufficiale @MasterChef_it.

Per concludere non poteva mancare un tocco di gamificationun quiz che mette alla prova le nostre conoscenze culinarie. 

Mi sono sfidata anch’io, e se in fondo mi ritengo una cuoca niente male, mi rendo conto che a livello teorico ho ancora tanto da studiare! Il mio sogno di diventare Masterchef è ancora lontano! E voi? siete più lavapiatti o Chef?

Grazie a Ivano (compagno di maratone Masterchef) che mi ha segnalato l’esistenza della app.