Il rapporto Fortune 500 2013 lo ha ribadito: le grandi multinazionali e i “brand” più noti al mondo diventano ogni giorno più social. Da Coca Cola a Ralph Lauren, da Nike a Apple, fino ad arrivare alla nostrana “Nutella”, oggi il marketing è sempre più sociale.

Il rapporto dice che le aziende americane prediligono Twitter (lo usano il 77% delle aziende), mentre in Italia il primato resta di Facebook (usato dal 70% dei marchi). Pochi giorni fa su Leonardo abbiamo parlato di come anche la pubblicità su Pinterest sia efficace.

Secondo un’analisi presentata negli USA dall’azienda specializzata TrackMaven, il vero social a cui i grandi brand ammiccano sempre di più è Instagram. Dei 500 marchi più social del rapporto Fortune 500, sono 123 quelli che usano stabilmente Instagram nel loro arsenale di comunicazione relativo al marketing.

Lo studio evidenzia come su Instagram il seguito dell’utenza ai grandi brand è costante, non cala nei fine settimana, e resta alto nei giorni feriali anche durante le ore lavorative, e nel 2014 il social aprirà in modo molto arrembante anche alla pubblicità.

Anche General Mills, Ford, Starbucks, Whole Foods di recente hanno intensificato la loro opera su Instagram: le foto restano più efficaci dei video, ma sono gli hashtag che qui nel complesso sono più efficaci che in altri social. Certo, il traffico marketing è ridotto ancora a un decimo di quello che si può riscontrare ad esempio su Facebook. Ma la strada è stata tracciata.

Ecco i dati salienti dello studio.