Mark Zuckerberg vuole vivere un po’ come Tony Stark. In un post su Facebook, il fondatore dello stesso Social Netwok ha scritto che intende costruire un’intelligenza artificiale in grado di seguire la sua casa e lo presenterà con visualizzazioni di realtà virtuale del suo lavoro: ”Un qualcosa come Jarvis in Iron Man”, scrive Zuckerberg.

Il progetto di Zuckerberg è decisamente ambizioso: “Ho intenzione di iniziare a esplorare ciò che la tecnologia offre già – scrive – un qualcosa che dovrebbe essere in grado di gestire i tuoi obiettivi iniziali, come il controllo della musica, delle luci, della temperatura e così via”. Un sistema utile per riconoscere anche quando gli amici sono alla porta di casa, che avvisa se tua figlia ha bisogno di attenzione e così via.

Zuckerberg ha già trovato un prodotto che gli piace: “Per la musica, Amazon Echo è abbastanza grande – scrive - è stato molto utile per controllare la musica con la mia voce mentre entrambe le mani sono occupate a prendersi cura di Max”. Gli aspetti più impegnativi del progetto sarà farlo funzionare senza input diretto dello stesso Mark Zuckerberg o di Priscilla Chan, sua moglie: “Sono molto interessato ad usare la voce e il riconoscimento del volto per impostare luci e temperatura”.

La parte veramente interessante del piano di Zuckerberg la spiega lui stesso ed è quella che riguarda i controlli standard smart home e del suo lavoro: “Dal punto di vista del lavoro, tutto questo mi aiuterà a visualizzare i dati in VR per aiutarmi a costruire servizi migliori e condurre le mie aziende in modo più efficace”.

Zuckerberg ha intenzione di condividere i suoi progressi strada facendo. Questo progetto è l’ultimo nella sua serie di sfide annuali, che includono l’apprendimento del mandarino, la lettura di due libri ogni mese e molto altro.