Mario ha da poco spento la sua trentesima candelina. Il simpatico idraulico baffuto protagonista di centinaia di videogiochi targati Nintendo ha infatti fatto il suo esordio videoludico il 13 settembre, quando il titolo Super Mario Bros. fece la sua prima apparizione sul mercato giapponese.

Da allora il successo del Mario videoludico è stato un successo continuo, coronato da milioni di copie vendute in tutto il mondo e una formula di gioco che ancora oggi detta legge. Tassello importante di questo compleanno è l’uscita di Super Mario Maker per Wii U (disponibile dall’11 settembre), una sorta di “creatore di giochi” che permette ai videogiocatori di sviluppare interi livelli di Super Mario da provare e condividere con altri utenti.

Anche Google ha voluto fare gli auguri all’idraulico baffuto a modo suo, ovvero pubblicando un easter egg: cercando con il motore di ricerca “Super Mario Bros” (anche su smartphone e tablet) sulla parte destra della schermata, compare il box contenente il celebre punto di domanda che si incontra anche nei giochi della serie Super Mario. Cliccandoci sopra, proprio come accade all’interno dei videogiochi della serie, fuoriesce la celebre monetina, con tanto di effetto sonoro.