Apple sta cercando ancora personale per rafforzare ulteriormente il reparto tecnico dedicato al miglioramento di Mappe nel tentativo di colmare il gap con Google Maps e altri concorrenti e per scrollarsi definitivamente di dosso la figuraccia del Mapgate.

La casa di Cupertino ha appena registrato due nuovi brevetti, genericamente indicati come “commute assistant” (assistente del pendolare) che sembrano fondere le funzionalità integrate in alcune app acquisite negli scorsi mesi, fra cui Embark (specializzata in app che forniscono informazioni su orari e stato dei trasporti),  HopStop (simile a Embark) e Locationary (app per la ricerca di attività commerciali locali),

Il sistema progettato sembra poter integrare in Mappe la capacità di individuazione rapida di vari servizi di trasporto pubblico, dagli autobus ai traghetti, dai treni alle metropolitane, dagli aerei agli elicotteri, integrando anche funzionalità di terze parti quali Uber.

A giudicare dai brevetti depositati, il sistema così progettato offrirà all’utente un elenco di opzioni di trasporto sia disponibili in zona e in tempo reale sia in aree a scelta e in fasce orarie differenti. Una volta impostato un viaggio, il sistema sarà costantemente aggiornato indicando eventuali variazioni e proponendo soluzioni alternative.

Fra le altre caratteristiche, il nuovo Mappe consentirà di visualizzare i tracciati del percorso sovrapposti sulla mappa grafica, di salvare dei percorsi preferiti e di confrontare varie alternative fra loro per scegliere la preferita in base alla convenienza o alla rapidità.

Sebbene per molti versi questa tipologia di servizio assomigli molto a quelle già in circolazione, sarebbe quanto meno senza precedenti per l’ampiezza di soluzioni alternative incluse in un’unica applicazione.