La tecnologia di navigazione Mappe di Apple è ancora un passo indietro rispetto a Google Maps. Secondo recenti sondaggi, infatti, quasi il doppio dei possessori di iPhone preferiscono ottenere indicazioni stradali con la piattaforma Google rispetto al servizio nativo di Apple. A quanto pare, Apple sta però pensando di colmare questo gap attraverso l’acquisto di nuove tecnologie.

Nella giornata di oggi, Apple ha infatti confermato di aver acquisito il servizio di navigazione ad alta precisione Coherent Navigation, e tutto il team di sviluppo verrà inglobato nella squadra di Apple Mappe. Non è stata Apple a divulgare la notizia dell’acquisizione (che, come di consueto, non ha fornito nessun dettaglio in merito all’operazione), ma questa è giunta dal profilo LinkedIn di Paul G. Lego, CEO di Coherent Navigation, il quale mostra sul curriculum digitale di aver lavorato per Apple negli ultimi 5 mesi.

“Apple acquista aziende più piccole di volta in volta”, ha dichiarato la società ai microfoni di TechCrunch. “e noi generalmente non discutiamo i nostri scopi o piani”. La mossa è parte di una serie di acquisizioni di tecnologie di mapping utili al miglioramento della piattaforma Apple Mappe. Di questa serie di acquisizioni fanno parte anche altri servizi come BroadMap, Embark e HopStop.