“Non c’è un’altra caratteristica? Che ne so, tipo che fa pure il caffè?” Ormai ci siamo abituati sin troppo alla ricchezza di feature dei nostri smartphone, e non ci impressioniamo quasi per nulla di quello che viene introdotto di fabbrica. Tanto meno per un’app. Fino a poco tempo fa però la domanda del caffè rimaneva un grande classico per chi era in qualche modo estasiato dal numero di caratteristiche di qualsiasi aggeggio elettronico. Oggi ho chiacchierato con Claudio Carnevali di openPicus, e mi ha raccontato che alla European Maker Faire 2013 sarà presente un prodotto targato openPicus: una macchina del caffè che ci consentirà di farcelo con lo smartphone.

Il funzionamento è piuttosto semplice, anche se non sono al corrente di cosa avverrà precisamente davanti a quella futuristica macchina de caffè: basterà avvicinare il proprio smartphone (suppongo Android) alla macchina, e tramite l’applicazione di Facebook potremo avere un espresso caldo, postando eventualmente sulla nostra timeline che l’abbiamo avuto… facendolo con il nostro smartphone.

Ecco un’altra applicazione interessante dell’Internet Of Things: poter connettere cose alla rete (specie attraverso il Flyport di openPicus) per fargli fare quello che vogliamo attraverso specifici trigger apre un mondo nuovo di possibilità, e nonostante l’ambito sia in totale fervore da qualche tempo, l’ambiente non è per niente saturo di ordigni per business, aggeggi per gli utenti finali, e applicazioni per la domotica. Volete scoprirne di più? Trovate l’hackathon WhyMCA più vicino a voi per data e location. Vi divertirete, garantito.

Photo credits: Alfonso Pierantonio via photopin cc