Consumer Reports ha dichiarato che rifarà i test sull’autonomia dei nuovi MacBook Pro. Come noto, infatti, alcune settimane fa Consumer Reports aveva testato i nuovi portatili della mela morsicata arrivando clamorosamente a bocciarli a causa di risultati estremamente altalenanti sul fronte dell’autonomia. Una bocciatura che aveva fatto molto clamore ma che non aveva preoccupato troppo Apple che ha voluto indagare per capire come mai Consumer Reports avesse ottenuto questi risultati così negativi.

Cupertino, dopo attente analisi, ha scoperto che Consumer Reports aveva utilizzato, per i test, una versione non conforme del browser Safari attivando un’opzione speciale per gli sviluppatori che, in aggiunta, portava ad innescare anche un bug del browser oggi risolto. Questo settaggio particolare andava a disattivare la cache del browser ed è stato indicato come la causa del problemi di autonomia riscontrati da Consumer Reports.

Dunque, l’utilizzo di questa opzione, solitamente sconosciuta e dunque non utilizzata dagli utenti, ha fatto si che Consumer Reports rilevasse consumi energetici molto diversi da quelli dichiarati da Apple per i suoi MacBook Pro.

Scoperto il problema, Apple ha chiesto a Consumer Reports di ripetere i test di autonomia senza modificare le impostazioni del browser Safari. Consumer Reports ha, dunque, accettato e molto presto effettuerà nuovamente i test che dovrebbero, a questo punto, dare risultati completamente diversi.