Da settimane si parla di Apple e di quello che dovrebbe essere l’evento di presentazione del nuovo iPhone 7, che secondo le fughe di notizie e le fonti del settore dovrebbe essere in programma per l’ormai imminente 6 settembre. La potenza mediatica dello smartphone però rischia di mettere in ombra quello che è il settore originario dell’azienda di Cupertino, i computer. Qualche mese fa abbiamo raccontato la possibilità per il prossimo MacBook Pro 2016 di integrare una barra touch OLED al posto dei tasti funzione nella parte superiore della tastiera, ed ora tale possibilità torna a galla con l’aggiunta di un elemento che renderebbe il notebook ancora più interessante.

Come riportato da MacRumors, blog statunitense specializzato in informazione su Apple e relativi prodotti imminenti prodotti, il nuovo MacBook Pro 2016 potrebbe presentare uno strumento simile al Touch ID di iPhone, dunque un lettore di impronte digitali. La voce già in precedenza era circolata, ma senza l’elemento di queste ultime ore: la posizione dello stesso scanner per le impronte digitali. Con il nuovo MacBook Pro il lettore di impronte potrebbe essere posizionato secondo le indiscrezioni direttamente nel tasto di accensione del computer, dunque alla fine di quella che sarebbe la barra touch OLED che andrebbe a sostituire i classici tasti funzione per volume, luminosità dello schermo e via dicendo.

La feature sarebbe certamente apprezzata dai futuri possessori di MacBook Pro 2016, che potrebbero così mettere una pietra sopra la noiosa e ripetitiva pratica di digitazione della password per accedere al proprio Mac, nonostante una funzione simile sia stata introdotta alla WWDC 2016 utilizzando Apple Watch per sbloccare il Mac senza password. Divulgate anche altre informazioni sulla già citata barra touch OLED, la quale sarebbe dinamica e quindi mostrerebbe differenti informazioni ed opzioni a seconda del software o dell’app in esecuzione sul dispositivo. Non ci resta che attendere per maggiori informazioni nelle prossime settimane.