Apple ha annunciato che collaborerà con Consumer Reports per comprendere meglio il risultati dei recenti test effettuati dalla testata americana e che hanno sostanzialmente “bocciato” l’ultima declinazione dei MacBook Pro. Come noto, infatti, Consumer Reports ha testato, come di consueto, i nuovi MacBook Pro, quelli con la famosa Touch Bar rilevando un comportamento anomalo della batteria che causava un’autonomia estremamente altalenante. Problema rilevato in tutti i modelli testati. Il risultato anomalo ha costretto Consumer Reports a non raccomandare l’acquisto dei nuovi notebook della mela morsicata. Trattasi della prima volta che un portatile della mela morsicata viene “bocciato” da Consumer Reports.

Apple, dunque, per bocca di Phil Shiller, ha deciso di vederci chiaro e di capire come mai questi risultati abbiano dati valori ben diversi da quelli effettuati internamente. L’auspicio, ovviamente, è quello che Apple possa trovare rapidamente il bandolo della matassa e che riesca a trovare un correttivo per questo problema. L’autonomia reale lontana da quanto dichiarato è stata, infatti, rilevata anche da moltissimi acquirenti che hanno segnalato su molti forum il problema.

Possibile, dunque, che con un aggiornamento, i consumi anomali possano essere risolti anche perché i MacBook Pro continuano ad essere degli ottimi prodotti caratterizzati da altissime prestazioni. Notebook ideali sia per chi studia che per chi lavora ed un peccato che tutta questa qualità non possa essere sfruttata sino in fondo a causa del problema dell’autonomia.