Consumer Reports per la prima volta decide di non raccomandare l’acquisto di un MacBook Pro. Sul tavolo degli imputati l’ultima variante dei MacBook Pro, quella nota per l’introduzione della Touch Bar che presenterebbe problemi di autonomia. Secondo, infatti, la famosa testata americana, i modelli testati evidenzierebbero prestazioni non uniformi della batteria da un test all’altro. Consumer Reports, nello specifico, ha testato 3 modelli di MacBook Pro 2016: i modelli da 13 e 15 pollici con Touch Bar e il modello da 13 pollici senza Touch Bar.

In tutti i tre i modelli, Consumer Reports ha evidenziato una differenza sensibile di autonomia complessiva tra un test e l’altro. Solitamente è normale che ci possa essere una lieve discrepanza di durata massima della batteria, differenza che si attesta attorno al 5%. Nei casi presi in esame, però, la differenza è stata molto più marcata. Per esempio, nel modello da 13 pollici con Touch Bar, in una serie di tre test successivi, l’autonomia finale è stata di 16 ore, 12.75 ore e 3.75 ore. Differenze, dunque, marcate.

Visti questi risultati, Consumer Reports non ha potuto fare altro che dare un giudizio “negativo”, non raccomandando l’acquisto dei nuovi MacBook Pro 2016.

Sicuramente, Apple dovrà correre ai ripari con qualche correttivo software che possa andare a stabilizzare l’autonomia dei suoi nuovi notebook che, si ricorda, offrono prestazioni molto elevate ed un’ottima esperienza d’uso. Consumer Reports, al riguardo, ha registrato ed inviato ad Apple i log dei suoi test sperando che queste informazioni possano aiutare Cupertino a risolvere quanto prima il problema.

Sulla batteria dei MacBook Pro 2016, in realtà, se ne discute già da tempo. Molti utenti della mela morsicata, infatti, hanno rilevato un’autonomia ben distante da quanto promesso dalla società.