In futuro, il MacBook di Apple potrebbe non avere più una tastiera fisica, bensì una tastiera che si basa sulla tecnologia Force Touch, integrata all’interno di iPhone 6s e 6s Plus. Questa nuova idea di Apple è apparsa in un nuovo brevetto e permetterebbe di diminuire ulteriormente lo spessore dell’attuale versione, grazie alla rimozione definitiva dei tasti.

Apple è al lavoro sulla tastiera del futuro, basata su una soluzione tecnologica per diminuire lo spessore dei notebook. Ad oggi, le tastiere dei notebook sono realizzate con tasti a corsa ultra breve, che obbligano le aziende ad impiegare molte parti meccaniche. Quest’ultime comportano anche un aumento dello spessore delle scocche, mentre l’idea di Apple permetterebbe di assottigliare il proprio MacBook oltre l’attuale soglia.

Per realizzare la tastiera del futuro, Apple ha creato un brevetto in cui è possibile comprendere la volontà di rimuovere la tastiera tradizionale, sostituendola con una in cui sono assenti le parti meccaniche mobili. Il brevetto “configurable, force-sensitive input structure for an electronic device”, che si basa su una tecnologia simile al Force Touch, risale allo scorso autunno e, solamente adesso, è stato ufficialmente pubblicato.

Immagine tastiera Force Touch

Tastiera Force Touch per MacBook

Di fatto, al posto della vecchia tastiera vi sarà una superficie sensibile alla pressione e un motore aptico. Grazie a queste due componenti sarà possibile registrare l’input e offrire un feedback tattile all’utente tramite vibrazione. Questa soluzione, come è possibile comprendere dal nome, è completamente programmabile. Quindi, la tastiera potrebbe svolgere varie funzioni e adattarsi in base all’esigenze dell’app e dell’utente.

Per il momento, l’idea di Apple è solamente un brevetto, ma è interessante comprendere la volontà di trasformare l’attuale MacBook in un computer portatile senza tastiera. Non resta, quindi, che aspettare per scoprire se Apple metterà o meno in pratica il brevetto appena descritto.