Questa mattina ho preso il mio MacBook Air, l’ho messo sul tavolo e gli ho fatto gli auguri. Oggi infatti sono 30 anni da quando il primo Mac è stato presentato, il 24 gennaio 1984. Quello che allora si chiamava Macintosh non è mai sparito: è sempre rimasto con noi. Anche quando Steve Jobs parlava di era post-PC non si riferiva solo ai dispositivi mobili, ma anche al Mac. Quante gente infatti è passata al Mac dopo essere stata conquistata da iPhone e iPad? Oggi, nel festeggiare la ricorrenza del primo personal computer con mouse e interfaccia grafica, il top management di Apple ha assicurato che il Mac non sparirà. Anche perché, come sottolinea Daisuke Wakabayashi sul *Wall Street Journal, benché i Mac rappresentino solo un cinque per cento del mercato, a loro si deve metà del profitto dell’intero settore.

Craig Federighi, VP Apple con la responsabilità per il software, ha spiegato ieri in un’intervista uscita stanotte su Macworld che OS X e iOS non si fonderanno mai per il semplice motivo che usare una tastiera e un mouse non è come usare le dita e un sistema touch. Motivo per cui il Mac non sarà mai touch e con l’iPad non useremo mai il mouse. Windows 8? No, non è la strada scelta da Apple, come non fu la strada di Apple quella dei netbook, che Jobs schifò mentre il suo team era già al lavoro per il MacBook Air, che oggi è lo standard di riferimento per i laptop.

Sono passati 30 anni e il Mac è ancora lì, destinato a persistere: Non ci vuole nulla a mettere uno schermo touch al Mac, ma creerebbe una buona esperienza? No, non lo sarebbe, anche se ad Apple ci lavorano da anni cercando di capire se potrebbe esserlo. L’era post PC è quella di un mondo, secondo Phil Schiller, altro VP di Apple, in cui tutti noi avremo un iPhone, un iPad e un Mac, o comunque uno smartphone, un tablet e un computer: La cosa più importante è come ti muovi fra uno e l’altro. C’è un ruolo molto importante per il Mac e ci sarà sempre. Non crediamo che finirà mai. Il Mac ci sarà sempre perché le cose diverse che offre sono di estremo valore. Nulla è eterno, si sa, ma come dare torto a Schiller quando ricorda che tutti quelli che si sono lanciati nell’industria dei personal computer insieme ad Apple oggi non ci sono più?

Per i nostalgici, ieri abbiamo pubblicato un elenco di tutti i Mac della storia: voi quanti ne avete usati di questi? Io sono fermo a sette, ma sono anche piuttosto convinto che non mi fermerò. Auguri Mac.

Oggi ci sono due video che dovete vedere:

Seguite Silvio Gulizia su Twitter e Google+

Photo Credit: raneko via Compfight cc