littleBits è un progetto open source statunitense che consiste in una serie di moduli – come quelli di Arduino, per intenderci – che assolvono una specifica funzione: un approccio all’elettronica che piace molto ai bambini, come se fosse il LEGO, anche se non è necessariamente rivolto ai piccoli. Il successo del prodotto è legato all’estrema facilità con cui puoi costruire qualcosa, tornando a divertirti nella manualità e realizzando dei progetti della cosiddetta «internet of things». Il problema è la spedizione internazionale.

Un’idea vincente è stata quella d’associare un determinato colore alla funzione esercitata dai moduli: il blu è per le batterie, il rosa per gli input, l’arancione per i collegamenti via cavo e il verde per gli output. È difficile confondersi, nonostante i componenti possano essere molto diversi fra loro. Rispetto ad Arduino Starter Kit (che richiede una certa esperienza pregressa) littleBits è molto più accessibile, ma non è certo destinato a progetti di prototipazione troppo sofisticati. Tuttavia, alcuni di questi non mancano.

È un prodotto “scalabile”, che può essere adatto agli usi più disparati. Numerosi utenti l’hanno installato proprio nelle costruzioni coi LEGO, che pure propongono dei robot con la serie Mindstorms. littleBits è acquistabile in kit – identificati da un particolare utilizzo, come quello per la musica – e i moduli sono reperibili separatamente. Purtroppo, sembra che la spedizione richieda un indirizzo fisico: non è possibile inviare i prodotti a una casella postale negli Stati Uniti, per farseli rispedire in Italia. È un peccato!