Little Printer, il nome suggerisce immediatamente l’idea di una stampante tascabile e in effetti è di questo che si tratta ma al momento è talmente diversa da quanto troviamo in commercio, da poter essere a ragione considerata una primizia, un gadget da smanettoni. 

Little Printer è un nomen omen come dicono i giornalisti di Wired Italia, perché spiega esattamente obiettivi e funzioni di questo dispositivo. E’ infatti una stampante portatile, di piccole dimensioni (ci sono molti video su Youtube). Il suo design è decisamente lineare e pulito.

La particolarità sta nel fatto che può essere gestita tramite il proprio smartphone attraverso un dongle. Con quest’ultimo termine si indicano le pennette in grado di collegarsi a qualsiasi router wi-fi attraverso un sistema definito Berg Bloud.

Con Little Printer, in pochi minuti si possono stampare contenuti di vario tipo e metterli comodamente in tasca, anziché consultarsi sul classico schermo. Little Printer stampa le cosiddette pubblicazioni che dovrebbero esprimere in modo riassuntivo i nostri interessi.

Per esempio la to do list da Google, oppure gli aggiornamenti di Facebook o gli estratti dei quotidiani che ci piacciono. Il formato di stampa è quello di uno scontrino e la carta usata è quella termica. Il lancio del dispositivo che fa già parlare molto di sé è previsto intorno alla metà del 2012.