C’è abbastanza fermento nel mondo dell’iPhoneography per via dell’ultima notizia. Yahoo! ha appena acquistato Ghostbird software, l’azienda che sviluppava due app molto amate nel settore: Kitcam, che personalmente non mi ha però mai affascinato, e Photoforge2, un vero e proprio Photoshop per iOS. Se avete queste due app nel telefono non cancellatele prima di aver fatto un backup, perché entrambe sono state ritirate dall’App Store. Gli sviluppatori ora lavoreranno con il team di Flickr per migliorarne l’app.

Il che è una buona notizia: il nuovo Flickr è strepitoso e decisamente invoglia a lasciare Instagram tutti quelli che si sentono iPhoneographer più che instagramers. Però ci abbiamo perso due app.

La stessa cosa è successa quando Google ha comprato Snapseed: da allora abbiamo avuto solo un piccolo aggiornamento che ha introdotto lo share su G+ e tutto il resto è stato mantenimento.

Nella partita c’è pure Facebook e presto è verosimile che arrivi Microsoft, che per altro ha sviluppato in passato una delle migliori app per foto panoramiche. Fare le foto con lo smartphone è oramai una cosa che fanno tutti, tanto che ora si può parlare anche di Androidography e c’è persino qualcuno che parla di smartphonography, che a mio avviso è una corbelleria.

Aggiungete che Apple si è messa a sviluppare propri filtri per iOS 7 e vi renderete conto che il pericolo è davvero vicino. Se si mangiano le app attorno a cui si è costruita in questi anni la community, che fine farà l’iPhoneography? No, per carità, non scomparirà certo, ma lo spirito creativo dei membri della comunità potrebbe risentirne. Tanto più se finisce tutto a essere un troiaio com’è ora Instagram.