Oggi, in tutta l’Italia, è il Linux Day: anche nel 2014 torna la giornata dedicata a festeggiare e diffondere il software libero. Diversi appuntamenti distribuiti sulla Penisola permetteranno a giovani e meno giovani di conoscere meglio il mondo dell’open source, non soltanto a livello di sistema operativo. Quest’anno la ILS (Italian Linux Society) che organizza l’evento, insieme a numerosi partner, ha voluto puntare su due campagne in particolare e cioè l’utilizzo del free software a scuola e il diritto al rimborso di Windows.

Quello della scuola è un argomento che abbiamo già affrontato a più riprese, spiegando come Linux e l’open source possano ridurre le spese e contemporaneamente aumentare le risorse digitali a sostegno dell’istruzione. Abbiamo anche spiegato come ottenere il rimborso di Windows sui nuovi computer, seguendo i consigli pubblicati da ADUC che è con ILS al Linux Day 2014. Possibile che Linux diventi una soluzione credibile sul desktop, pure in crisi per la maggiore diffusione di tablet e smartphone? È una domanda che torna ogni anno.

Rispondere non è semplice e ogni “anima” della comunità open source ha una visione diversa. Fortunatamente, dal punto di vista legislativo l’Agenda Digitale italiana ha imposto un ricorso al free software che prima non era previsto: che Linux riesca a raggiungere una maggiore diffusione sul desktop oppure no, è il sistema operativo più diffuso sui server e programmi per la produttività come LibreOffice continuano a guadagnare nuovi utenti. Solide basi dalle quali partire per gustarsi appieno il Linux Day 2014 in tutta l’Italia.

photo credit: notfrancois via photopin cc