Per il quinto anno consecutivo, LinkedIn ha rivelato le parole più usate e abusate, denominate anche “buzzword”, nei profili degli utenti a livello globale e italiano. La classifica ha evidenziato che in Italia, nei curriculum degli utenti, la parola più utilizzata è esperto.

LinkedIn ha svelato le parole più utilizzate dai professionisti italiani. La classifica delle buzzword 2016 evidenzia il fatto che termini come “leadership”, “determinato” e “creativo” siano i termini più utilizzati in tutto il mondo. Inoltre, si aggiungono anche “dedito”, “appassionato” e “di successo”.

Tuttavia, vi sono stati importanti cambiamenti rispetto al 2015, dal momento che, lo scorso anno, “leadership” non era racchiusa tra le prime dieci posizioni, mentre i termini “driven” e “grande esperienza” sono scesi di posizione. Il mondo del lavoro sta cambiando e sta cercando di orientarsi verso profesionisti che abbiano capacità decisionali e siano spinti da forte interesse per il lavoro che svolgono.

Scopriamo, quindi, qual è la Top 10 delle buzzword in Italia:

  1. Esperto
  2. Strategico
  3. Responsabile
  4. Creativo
  5. Organizzazione
  6. Multinazionale
  7. Appassionato
  8. Motivato
  9. Problem_solving
  10. Leadership

Seppur “leadership” sia il termine più utilizzato a livello globale, in Italia compare solamente in decima posizione tra gli oltre 8 milioni di profili LinkedIn. Gli utenti italiani preferiscono utilizzare parole come “esperto”, “strategico”, “responsabile” e “creativo”, ma allo stesso tempo raramente si descrivono con il termine “flessibile”, che pare essere la caratteristica meno in voga, sottolineando in questo modo come ci sia ancora troppa staticità nel mercato del lavoro italiano.

Ricordiamo che nel 2010 “vasta esperienza” era l’espressione più utilizzata a livello mondiale, mentre in Italia si preferiva il termine “innovativo” . Nel 2011 il termine più in voga in Italia è stato “problem solving”, a livello internazionale, per due anni consecutivi, dal 2011 al 2012, è stato “creativo”. Espressione che nel 2013 ha lasciato il posto a “responsabile” e nel 2014 invece è stata rimpiazzata da “motivato” a livello globale ed “esperto” a livello nazionale.

L’elenco delle “buzzword”, stilato su cadenza annuale da parte di LinkedIn, permette di comprendere come stia cambiando il mondo del lavoro in Italia e nel resto del mondo. La popolare piattaforma, infine, sta incoraggiando i professionisti a riflettere sui termini e le frasi che usano nel curriculum vitae all’interno dei loro profili, per eliminare le buzzword e iniziare a prendersi del tempo per rinfrescare il proprio profilo LinkedIn. Tutto ciò può essere fatto aggiungendo statistiche per dimostrare i risultati, condividendo presentazioni per mostrare il proprio livello di creatività o semplicemente inserendo foto di lavoro per far notare il proprio profilo.