Nei giorni scorsi Microsoft è stata al centro dell’attenzione per quello che sarebbe dovuto essere un taglio da 6000 dipendenti, il più grosso degli ultimi 5 anni, come ci ha raccontato Federico Moretti. Il licenziamento pareva essere legato all’acquisizione di Nokia, in seguito a cui Microsoft si trovava e si trova di fatto con un numero spropositato di dipendenti, effettivamente non necessari per quelle che sono le necessità aziendali. Ma non è finita qui.

Il CEO di Microsoft, Satya Nadella, ha infatti comunicato nella giornata di oggi con una  e-mail resa pubblica, che i tagli saranno di entità ben superiore. A perdere il proprio posto di lavoro, nel corso di un anno, saranno infatti 18.000 persone. Si tratta del più grande licenziamento nella storia di Microsoft, a cui seguirà sicuramente anche un piano di rinnovamento organizzativo.

Quali saranno le aree interessate dai licenziamenti? Sicuramente la più colpita sarà Nokia, da cui proverranno circa 12.500 dei 18.000 dipendenti che perderanno il posto. Altro settore interno a Microsoft colpito dai ridimensionamenti nel numero di personale sarà Xbox, di cui lo scorso anno si è anche vociferata la vendita (poi prontamente smentita) da parte di Satya Nadella.

Seguite Andrea Careddu su Google Plus Twitter

photo credit: n.bhupinder via photopin cc