LG Judy è il nome in codice del futuro top di gamma Android di LG che poterebbe debuttare sul mercato il prossimo mese di giugno. La data così avanti nel tempo non appare affatto insensata. LG, infatti, ha già fatto sapere che non presenterà alcun nuovo top di gamma al Mobile World Congress 2018 di Barcellona. La casa coreana, infatti, ha deciso di cambiare la sua strategia nel settore mobile con rilasci più dilatati nel tempo per fare in modo di portare sul mercato solamente prodotti che davvero abbiano qualcosa di nuovo da mostrare.

Infatti, molti produttori annunciano i loro nuovi prodotti troppo tempo prima della loro effettiva commercializzazione e LG non vuole ricadere in questo errore. Sembra, anche, che il futuro top di gamma coreano non sarà l’LG G7 ma piuttosto un’evoluzione dell’LG V30 che sta ottenendo ottimi riscontri e che diventerebbe l’unico top di gamma della casa coreana.

Secondo tutte le più recenti indiscrezioni, il futuro LG Judy dovrebbe disporre di un generoso display Full Vision da ben 6,1 pollici con aspect ratio 18:9 e supporto HDR10. Il cuore pulsante scelto dalla casa coreana dovrebbe essere il processore Qualcomm Snpadragon 845. Proprio il processore potrebbe essere anche un ulteriore motivo di un annuncio così in avanti con il tempo. Samsung, infatti, può contare su di un’esclusiva iniziale su questo processore e quindi le altre aziende per forza di cose devono attendere alcuni mesi per il lancio dei loro prodotti dotati di questa unità.

LG Judy dovrebbe essere dotato di 4GB di memoria RAM con 64GB di storage. Sarebbe, inoltre, disponibile anche una versione Plus con 6GB di RAM e 128GB di storage.

Molto interessante anche il comportato fotografico. Posteriormente, infatti, spiccherebbe una doppia ottica da 16MP con apertura f/1.6 e intelligenza artificiale. Frontalmente, invece, per i selfie, una fotocamera da 8MP.

LG Judy, inoltre, dovrebbe disporre di una caratteristica molto interessante e cioè del sensore per le impronte digitali sotto il display. Non mancherebbe anche un sistema di sblocco con il riconoscimento del viso. Sarebbero presenti, infine, tutti quei sensori e supporti oggi immancabili come il Bluetooth 5.0, l’LTE e tanto altro.

Ovviamente, trattasi di indiscrezioni che vanno prese come tali ma LG ha probabilmente deciso di dare una svolta importante al suo settore mobile.