LG G6 sarà annunciato tra circa un mese al Mobile World Congress 2017 di Barcellona. L’attesa è di vedere questo nuovo smartphone debuttare con il più performante processore Snapdragon 835 di ultima generazione. Tuttavia, le cose potrebbero, forse, andare diversamente. Secondo un rapporto di Forbes, dunque, una fonte sicura, l’LG G6 potrebbe essere lanciato con il processore Snapdragon 821. Trattasi di un SoC sicuramente performante ma non di ultima generazione. La scelta di puntare su questo modello di CPU non sarebbe dipesa da LG che, invece, avrebbe voluto utilizzare il nuovo Snapdragon 835.

Secondo Forbes, la “colpa”, se così vogliamo chiamarla, sarebbe di Samsung che avrebbe comprato da Qualcomm praticamente l’intera fornitura di questo processore per il suo prossimo Galaxy S8. Vale la pena notare che Qualcomm ha collaborato con Samsung per lo sviluppo del chip, che utilizza un processo di costruzione a 10nm. Processore che non sarebbe disponibile a terzi prima del debutto del Galaxy S8 a causa dell’alto numero di richieste.

Una notizia molto importante perché se Forbes avesse ragione, questo significherebbe che anche altri top di gamma della prima parte del 2016 non adotteranno questo processore ma saranno costretti a puntare sull’attuale generazioni di chip della Qualcomm.

Ovviamente, trattasi pur sempre di speculazioni ma vista la solidità della fonte è lecito attendersi che Samsung possa aver davvero fatto sua la prima fornitura di Snapdragon 835 lasciando a bocca asciutta i competitors. Una mossa che potrebbe pesare molto sul successo dell’LG G6 e di tutti i dispositivi che non potranno integrare il nuovo chip di Qualcomm.