Milano torna ad essere la capitale del design con la Design Week 2017 (dal 4 al 9 aprile) attirando migliaia tra professionisti e appassionati di architettura e design. Sono infatti in costante crescita gli amanti di architettura e interior design che desiderano raccontare la vitalità di questo mercato e la maggior parte lo fa tramite il proprio smartphone, con qualche inevitabile limite. Annunciato al recente Mobile World Congress, il nuovo LG G6 è il dispositivo ideale per i “design addicted”, non solo per la sua estetica accattivante e originale, ma perché grazie alle caratteristiche della sua fotocamera garantisce scatti unici, e senza limiti.

Uno degli elementi distintivi del G6, infatti, è il reparto fotografico caratterizzato da una doppia fotocamera grandangolare da 13 MP. Grazie al suo angolo di visione da 125 gradi è in grado di catturare un campo visivo molto più ampio rispetto ai tradizionali telefoni che solitamente montano lenti da circa 78 gradi. Questa caratteristica rende ideale il G6 soprattutto per fotografare gli ambienti interni, amplificando gli spazi senza dover rinunciare a immortalare quanti più elementi possibili.

Inoltre, invece di dover costantemente cambiare ottiche come fanno i fotografi professionisti, il G6 permette di effettuare scatti scenografici o di dettagli in modo estremamente semplice e rapido: soltanto con un tocco è possibile passare dalla fotocamera tradizionale a quella grandangolare.

LG ha pensato anche ai puristi dell’immagine. Grazie al software della fotocamera implementato, ora è possibile scegliere i parametri fotografici in modo del tutto manuale per trovare sempre la giusta soluzione per la foto perfetta.

E per inserirsi nella scena come veri protagonisti, non c’è nessun problema. L’ottica grandangolare è presente anche nella fotocamera anteriore permettendo così di ottenere selfie panoramici, senza perdere nessun dettaglio e dando uguale risalto sia al soggetto che al contesto.