Come abbiamo già visto qualche giorno fa, il nuovo top gamma dell’azienda sudcoreana LG sarà presentato il 28 aprile. Mentre ancora è tanta la curiosità, e mancano diverse settimane alla presentazione ufficiale del device, vengono via via lasciati degli indizi su alcune delle caratteristiche. Stavolta è il turno del display QHD di cui LG G4 sarà dotato, che permetterebbe di fare un salto di qualità in termini di luminosità, colori, e contrasto.

Lo schermo da 5,5 pollici, come riportato anche dal sito USA Mashable, avrà una risoluzione di 1440 x 2560 pixel, sarà quindi un display QHD con 538 pixel per pollice; i colori saranno più accurati e vivi grazie a un incremento dell’accuratezza del 20 percento, il contrasto con rapporto superiore del 50 percento, ed una luminosità superiore del 30 percento. Inoltre il pannello sarà realizzato con tecnologia IPS e AIT (Advanced In-cell Touch), con le quali sarà garantita una migliore sensibilità al tocco da parte dell’utente. La cosa più interessante è che secondo quanto riportato, tutte queste migliorie sarebbero state integrate senza alcun aumento nel consumo di energia da parte dello smartphone, cosa che bisognerà testare attentamente al momento dell’uscita, alla fine del mese di aprile.

Le migliorie apportate allo schermo, per gli utenti, significheranno colori più brillanti e precisi, neri più profondi, ed in generale una maggiore efficienza nella rappresentazione delle immagini, soprattutto in condizioni di alta luminosità. Grazie poi alla già accennata tecnologia AIT, il touch sarà più preciso, e funzionerà anche in presenza di gocce d’acqua sullo schermo (capita di trovarsi sotto la pioggia e dover fare una chiamata urgente), anche se ciò non significa che LG G4 sarà waterproof, resistente all’acqua.

Tra le altre caratteristiche del successore di LG G3 (in immagine) troveremo poi probabilmente un processore Qualcomm Snapdragon 808, Hexa-Core da 1,8 GHz che potrebbe essere utilizzato al posto dello Snapdragon 810, su cui in questi primi mesi del 2015 i dubbi sono stati diversi, soprattutto su presunti problemi di surriscaldamento. Non resta che attendere il 28 aprile per avere maggiori ed ufficiali informazioni.