Al CES 2015 di Las Vegas, LG ha mostrato uno smartphone Dual Edge, ovvero un prototipo dotato di due display curvi e che permettono di offrire agli utenti un secondo e un terzo schermo supplementare. Una soluzione interessante che riprende quella sviluppata da Samsung, con il Note Edge, aggiungendo un’ulteriore schermo.

LG e Samsung, al CES di Las Vegas, hanno mostrato un’ampia gamma di smartphone, televisori e monitor dall’aspetto curvo. Questa rivoluzione punta a cambiare l’aspetto dei nostri gadget e anche la nostra concezione sul fatto che lo schermo debba essere obbligatoriamente piatto.

Nel mercato smartphone, LG è stata la prima azienda a mostrare uno smartphone con display curvo. G Flex è stato il punto d’inizio e G Flex 2, annunciato al CES di Las Vegas, rappresenta un importante passo in avanti. D’altro canto anche Samsung ha deciso di partecipare a questa rivoluzione con Galaxy Note Edge, che punta a cambiare il nostro modo di interagire quotidianamente con il proprio smartphone.

L’esperimento condotto da Samsung ha incuriosito LG che, sempre a Las Vegas, ha mostrato un prototipo di smartphone dual-edge, ovvero con due display curvi su entrambi i bordi del dispositivo. Questa innovazione è dovuta all’utilizzo della tecnologia Active Bending, che assomiglia a quella impiegata da Samsung, e permette di far apparire i 3 display come uno solo, durante la navigazione online , ma possono essere utilizzati in modo completamente indipendente per gestire più applicazioni e le notifiche.

Il protipo mostrato a Las Vegas era dotato di un display da 6 pollici, con risoluzione 1280×720 pixel, ma LG non ha confermato la data in cui questo smartphone potrebbe debuttare sul mercato.. Tuttavia crediamo che l’adozione di tre display possa essere considerata una soluzione estremamente interessante.

Foto TheVerge