Google è celebre per le sue celebrazioni. Un gioco di parole per ricordare che la bigG è sempre attenta all’attualità e può contare su sviluppatori e creativi tra i più bravi del mondo. Ieri è stata la volta di Arthur Clokey.I più piccoli forse non sanno nemmeno di chi stiamo parlando perché il 12 ottobre di ben 90 anni fa, veniva alla luce questo grande artista dell’animazione in claymotion. La tecnica che lo ha reso celebre era quella dei personaggi creati con la plastilina e poi animati tramite stop motion.

Google, quindi, ha deciso di rendere omaggio a questo genio dell’animazione e ai suoi lavori cinematografici. Chi ha usato il motore di ricerca avrà notato che al posto della classica scritta, c’era invece una G su un cubo e poi delle palline di plastilina e due personaggi: un omino verde e un cavallo.

Cliccando sulle palline di plastilina, il logo diventava interattivo. Su alcune riviste online è stata ripercorsa la carriera di Arthur, il cui vero cognome era Farrington. Purtroppo suo padre morì quando era molto piccolo e fu adottato dodicenne da un compositore di musica classica, Joseph W. Clokey, di cui prese il nome.

Su alcuni network come Youtube si possono trovare molte animazioni costruite da Arthur Clokey.