Twitter è un social libero e democratico, Twitter è migliore di Facebook, Twitter è pieno di gente interessante, Twitter è il Paradiso. Ma anche no.

La fisica di questo universo non consente di avere la botte piena e la moglie ubriaca, e così anche Twitter, per quanto possa piacere, può rivelare facilmente i suoi lati negativi, delle vere e proprie piaghe virtuali che però procurano uno sbattimento reale.

Dopo il successo dei 10 Comandamenti di Twitter, dunque, eccovi le 10 Social Piaghe. Rigorosamente in 140 caratteri.

Tramutazione dei fan in piranha impazziti – Una sola parola sbagliata, e quelli che prima ti amavano vorranno immediatamente il tuo sangue.

Moltiplicazione dello spam nei messaggi privati – Senza la benché minima logica, oggi è tutto tranquillo, domani ne sarai sommerso.

Invasione dei replicanti poco originali – Tre o quattro Alemanni, una decina di Diavoli, altrettanti Gesù Cristi, e infiniti fake del Papa.

Inevitabile comparsa degli esperti – Qualunque notizia giunga, loro sanno tutto, hanno sempre ragione e hanno bisogno di fartelo sapere.

Diluvio di hashtag inutili – I primi cinque sono per i bimbiminchia, tre riguardano il gossip o il calcio, gli ultimi due non hanno senso.

Epidemia di castigo – I fatti di cronaca nera vengono commentati con idee originali e bava alla bocca. Massacriamoli tutti, ‘sti criminali!

Lapidazione della TwitStar – Non dai visibilità a nessuno? Te la tiri come i vip. Dai visibilità a qualcuno? Ah, fai pubblicità, che schifo!

Crociata dei moralisti puntigliosi – Se non riporti precisamente le citazioni, ti ritroverai i cacciatori di copioni attaccati ai genitali.

Piaga dei Mosconi (Germano) – Utenti dai modi signorili che comunicano a bestemmie. Ribelli veri, un sacco matti e troppo divertenti.

Vendetta dei bimbiminchia – Hai detto brutte cose su Giastin, sugli Uan Dairecscion o sulla loro nuova acconciatura. Non la passerai liscia.

Con una rapida analisi, si capisce facilmente che la maggior parte dei difetti di Twitter, quando non sono difetti tecnici, sono esattamente gli stessi difetti di internet, ovvero i difetti degli utenti, maleducati, eccessivi, infantili, animosi, con poca conoscenza del mezzo e con troppo tempo libero. In breve, gli utenti che tendono a commettere quei Social Peccati di cui ho già parlato.
Il mio consiglio, nel gestire queste situazioni, è di agire con classe, di non lasciarsi trascinare in basso dall’altrui mediocrità, e in sostanza di fare vostro questo aforisma:

Ho imparato tanto tempo fa a non lottare con i maiali. Ti sporchi tutto e, soprattutto, ai maiali piace. (George Bernard Shaw)

Abbiate fede.

photo credit: Todd Huffman via photopin cc