Il colosso di Mountain View, un’altra volta, ha vinto un riconoscimento come miglior posto di lavoro del mondo. Tutti vorrebbero lavorare nella BigG, ma perché?I circa 20 mila dipendenti degli States hanno dichiarato che Google è il posto migliore in cui lavorare. Molti i punti a suo favore. Sicuramente ci sono gli stipendi molto interessanti per i lavoratori. Poi c’è anche il prestigio di mettere la propria intelligenza al servizio del motore di ricerca più diffuso al mondo.

E infine non si possono dimenticare una serie di benefit tra i quali i pasti gratuiti offerti nei 25 Cafè aziendali. Con tutti questi accorgimenti che migliorano la qualità della vita dei dipendenti, Google scala di nuovo la classifica del Furtune relativa ai migliori posti di lavoro statunitensi.

E’ la terza volta che BigG si aggiudica questo titolo. Stavolta ha guadagnato ben tre posizioni battendo la società Boston Consulting Group e contando sulle risposte di ben 18.500 dipendenti. Molto, secondo Larry Page, è dovuto, soprattutto, al suo aver capito che i dipendenti vogliono sentirsi parte di una famiglia.

Il CEO di Google, per il risultato ottenuto, ringrazia tutti i dipendenti. È anche grazie e soprattutto al loro lavoro che si ottengono riconoscimenti di questo tipo.