Lo smartboook è una crasi tra la Moleskine e il sistema Evernote. In pratica tramite questo “congegno” pronto per il debutto commerciale, si potrà scrivere sulla propria agenda per poi vedere il risultato anche sul computer. Ecco come e perché. 

Lo smartbook è stato presentato a San Francisco e dal primo ottobre dovrebbe essere già in produzione, pronto ad essere commercializzato. In effetti questo sistema è molto promettente perché consente di prendere appunti nel modo classico sulla propria agendina per poi riorganizzarli e leggerli sul compuer.

Sia il CEO di Evernote Phil Libin, sia il CEO di Moleskine, Arrigo Berni, sono molto soddisfatti dell’accordo raggiunto. Soprattutto per la prospettiva che così si apre per Evernote che valica i confini della “solita” applicazione per la gestione delle note digitali.

Anche la nuova Moleskine, in parte, dovrà cambiare design e nella prossima versione, quella adatta al progetto smartbook, presenterà una puntinatura particolare. L’obiettivo è di rendere leggibile, attraverso la funzione Page Camera di Evernote, quello che scriviamo sull’agenda.

Per il momento, però, si potranno cimentare nei tentativi di trascrizione degli appunti, soltanto gli utenti di Evernote che usano il sistema operativo iOS. La nuova Moleskine costerà circa 25 dollari ma ci sarà anche una versione più grande da 30 dollari o poco meno.