In questi giorni il governo è alle strette, i problemi dell’economia Italiana attendono delle risposte forti e valide, ma non è in gioco solo questo, al voto anche un emendamento per l’approvazione di una legge sulla rete a banda larga di nuova generazione.

In un’Europa unita (solo sulla carta) il divario tecnologico del nostro paese per quanto riguarda le infrastrutture di rete è sempre più “marcate”, Assoprovider ha suggerito alcuni semplici interventi legislativi che potrebbero favorire il mercato.

Assoprovider spera in una nuova serie di norme che permetta ai piccoli provider di poter competere con le grosse infrastrutture presenti oggi sul mercato, purtroppo le norme vigenti oggi nel nostro paese non permettono di compiere investimenti senza “il rischio” di vedersi “schiacciare” dalla burocrazia del sistema.