Ieri, Facebook ha introdotto due nuove funzionalità che riguardano i video: la riproduzione automatica (che ha subito destato delle perplessità) e il numero di visualizzazioni. Un’operazione che deriva dalla crescente popolarità dei filmati nel News Feed, valutata dal social network in un incremento del 50% a partire dal mese di giugno. Parliamo dei contenuti caricati direttamente sulla piattaforma di Mark Zuckerberg… e non certo di quelli condivisi attraverso un collegamento, ma fruibili da YouTube o altri servizi equivalenti.

Buffo, a questo proposito, che il comunicato stampa redatto da Fidji Simo abbia sfruttato Vimeo per diffondere le immagini delle nuove opzioni. Facebook ha appena raggiunto il record d’un miliardo di video guardati dagli utenti ogni giorno, il 65% dei quali è raggiunto da mobile: motivo per cui il social network ha pensato prima alle app per iPhone e Android [vedi gallery], che al sito web. Circostanza che pone degli interrogativi sull’utilizzo della batteria degli smartphone — più intenso, a causa della riproduzione automatica.

La novità più interessante per i distributori di contenuti è indubbiamente il contatore delle visualizzazioni: un riscontro immediato della popolarità dei video caricati su Facebook. Gli utenti, però, possono trovare fastidiosa la Riproduzione automatica o riscontrare un eccessivo sovraccarico della batteria di smartphone e tablet. Quest’opzione può essere disattivata – sia dal sito, sia dalle app – agendo sulle Impostazioni che nella sezione Video propongono la fruizione Solo WiFi e ne ammettono anche la totale disattivazione.

foto ufficio stampa