Lo sappiamo tutti l’Italia è in crisi, così come il resto dell’Europa e del mondo, il governo tecnico di Monti in questi ultimi mesi ha “calcato” la mano per cercare di fare “cassa” in tutti i modi, colpendo a destra e a manca senza riguado, sicuramente tutto questo è “cosa buona e giusta” per cercare di aiutare un povero paese (quale ormai siamo) a risollevarsi, ma la notizia di queste ultime ore che lascia perplessi un pò tutti è quella della richiesta della Rai del pagamento del canone Rai anche da possessori di Pc, iPhone e videofonini, le proteste stanno “montando” in rete alla velocità della luce.

Le richieste “anomale” di canone Rai sembrano aver interessato solo la zona di Roma, l’Aduc rilascia un comynicato:

Stanno arrivando centinaia di segnalazioni da parte di aziende e studi professionali a cui la Rai richiede il pagamento del canone TV per la detenzione di più computer collegati in Rete. In assenza di una determinazione in tal senso del Ministero dello sviluppo economico che non ci risulta esistere, la richiesta della Rai è illegittima”.

La Rai richiede il pagamento del suo “famoso” canone per il possesso di apparecchi come pc, ipad e smartphone, che di default non permettono la ricezione di programmi tv.

La “paura” di molti è che se i pc venissero inseriti “in qualche modo” fra gli apparecchi tassati al pagamento del canone Rai questo significherebbe di fatto imporre una nuova imposta per le aziende, già le aziende si vedono colpite da imposte sempre più gravose in questo ultimo periodo, il canone Rai non mi sembra proprio il modo migliore per far “cassa” e risolvere la situazione Italiana.