La casa che si comanda con il pensiero finalmente è realtà.

Un prototipo è pronto per essere testato, gli studiosi hanno creato la prima casa che si comanda interamente con il pensiero o il tocco della mano.
Il Prototipo è stato ideato a Roma e mancano solo i fondi per incominciare a produrre in grande scala queste tecnologie.

Per creare il primo appartamento completamente comandata con il pensiero manca veramente pochissimo, come diceva anni fa una pubblicità “non è fantascienza ma scienza”, oggi comandare tutte le funzioni di una casa tramite il tocco della mano sul nostro Smartphone o attraverso le onde celebrali è possibile.

Gli ideatori di questa meraviglia tecnologica che potrebbe in futuro aiutare moltissime persone disabili sono ricercatori della Sapienza di Roma e dell’Irccs Fondazione Santa Lucia, grazie a questa collaborazione è stato possibile ideare il prototipo della casa del futuro.

La casa naturalmente, è stata ideata con l’obiettivo di aiutare le persone disabili o con problemi motori, tutta la casa è coperta da una serie di sensori e dispositivi, ed è “comandabile” tramite una cuffia simile a quelle degli elettroencefalogrammi, o utilizzando uno Smartphone con un software specifico.