Google ha da poco presentato un servizio che avvisa in modo automatico gli utenti qualora ci fosse il sospetto che siano stati oggetto di attacchi di phishing o malware.

Si tratta in pratica di una barra rossa che comparirà sopra a quella di ricerca di Google e che consiglierà all’utente di cambiare la password di accesso.

Google ci tiene a specificare che questo avviso non significa necessariamente che l’account sia stato violato, ma soltanto che è stato classificato da Google come un possibile obiettivo di phishing o malware.

Il progetto per questa nuova funzione era stato deciso già nel 2010, dopo che un numerosi utenti di Google erano stati colpito da attacchi di matrice cinese e iraniana, le successive indagini condotte hanno rivelato che erano stati spiati più di 300.000 utenze.

Google inoltre in questo ultimo mese ha allertato sulla diffusione del noto malware DNS Changer, un malware molto fastidioso che ha contagiato circa 500mila computer.