Non puoi giocare con il computer a quest’ora. Oppure, dopo cena non si gioca al computer o comunque non ci si gioca prima di aver finito i compiti. I genitori che hanno figli smanettoni a cui devono vietare di giocare al PC interessa sicuramente Kinect.Si chiama Kinect e ha come base etimologica, quella di cinetica. In realtà con questa disciplina scientifica ha poco a che fare perché si tratta di un brevetto della Microsoft depositato di recente all’Ufficio brevetti degli Stati Uniti.

Kinect mira a rivoluzionare la vita dei genitori che hanno figli smanettoni. L’applicazione in questione, che ormai è in cantiere da marzo 2010 e solo adesso è stata resa pubblica, riesce a misurare le proporzioni del corpo umano tramite una telecamera.

In pratica con Kinect, un computer o un altro dispositivo integrato, è in grado di sapere se sta per “giocare” o meglio interagire, un adulto o un bambino.

Una volta stabilita l’età approssimativa del giocatore, il sistema può essere programmato per limitare alcune operazioni, oppure l’accesso a determinati contenuti e giochi vietati ai minori.  

È evidente che Kinect è utilissimo a quei genitori che vogliono tenere sotto controllo il gioco dei propri figli. La tecnologia targata Microsoft, però è ancora teorica e non se ne conoscono le applicazioni reali.