Abbiamo già parlato esaurientemente delle caratteristiche di Xbox One, la nuova console che Microsoft ha presentato martedì e apparirà a E3 2013 di Las Vegas insieme a PlayStation 4 di Sony. Un aspetto interessante riguarda Kinect, la videocamera tridimensionale associata a Xbox 360 o superiore: nel 2014 arriverà la nuova versione della variante per Windows, sulla quale ho sempre avuto delle perplessità. Le proprietà acquisite dal sensore di Xbox One saranno disponibili su Windows 8 e, con tutta probabilità, pure su Windows RT.

Continuo a ritenere che Microsoft potrebbe supportare “nativamente” uno stesso controller su console e computer, ma le applicazioni di Kinect for Windows hanno raggiunto una tale maturità da mettere in secondo piano ogni strategia commerciale. Le possibilità concesse dal sensore permettono di realizzare tecnologie all’avanguardia: la domotica è lontana dalla democratizzazione, però accessori del genere riducono il divario fra l’ingegneria e la quotidianità. Quanti consumatori hanno acquistato Kinect for Windows? Pochi, suppongo.

Tuttavia, Kinect for Windows è un’opportunità di conoscere quali prospettive arriveranno con la diffusione della domotica. Gli esercizi commerciali e i negozi virtuali iniziano ad adottare delle soluzioni equivalenti: Microsoft ha concepito un device accessibile a chiunque, che con Xbox One ha ottenuto un consistente aggiornamento. Kinect for Windows sarà adattabile ad ambienti di dimensioni diverse, riconoscerà meglio lo scheletro degli individui e funzionerà a qualunque condizione di luminosità. Le app… faranno la differenza.