KickassTorrents, uno dei portali simbolo del file sharing e tra i più gettonati per la ricerca dei file Torrent è stato spento dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. L’operazione giudiziaria non si è esaurita, però, con l’oscuramento del sito perchè il suo fondatore, Artem Vaulin, un ragazzo di 30 anni originario di Kharkivin Ucraina, è stato arrestato in Polonia. Le autorità americane hanno, in aggiunta, anche già chiesto la procedura di estradizione per portare il giovane a rispondere delle sue colpe sul territorio americano.

I capi di accusa che pendono sulla testa di Artem Vaulin sono molto gravi e vanno dalla violazione di copyright al riciclaggio di denaro sporco. Le autorità americane hanno anche chiesto il sequestro di molti domini collegati a KickassTorrents. Il portale, comunque, non risulta in nessun modo accessibile, nemmeno utilizzando alcuni trucchi come il cambio dei DNS. Leggendo il documento dell’accusa, è possibile scoprire come KickassTorrents avrebbe distribuito contenuti protetti da copyright come film e musica per un controvalore di circa 1 miliardo di dollari. Il portale è riuscito a fatturare nell’ultimo anno circa 16 milioni di dollari in pubblicità.

Il suo fondatore, Artem Vaulin, si sarebbe reso protagonista, più volte, di operazioni di ostruzionismo nei confronti delle major che chiedevano la rimozione dei link pirata. Per le sue attività, KickassTorrents utilizzava server sparsi per il mondo e i domini erano stati spostati più volte a causa di ripetute cause civili.

Durante l’inchiesta, gli investigatori si sarebbero finti clienti comprando pubblicità per scoprire il conto corrente collegato al portale che è stato, adesso, sequestrato. Alle indagini ha collaborato anche Apple fornendo i dati su Vaulin acquisiti attraverso una sua transazione su iTunes.