Il computer è diventato uno strumento fondamentale per la vita di tutti i giorni, e i bambini che lo utilizzano sono sempre di più. Per andare incontro ai tempi che cambiano, l’azienda londinese Klein ha realizzato Kano, un computer-gioco dedicato ai bambini che può essere assemblato come se fosse una costruzione LEGO.

Il progetto è stato finanziato tramite la piattaforma di crownfunding Kickstarter con 1,5 milioni di dollari. Per lo sviluppo di Kano, l’inventore, Alex Klein, 24 anni, è stato ispirato dal film Matrix: “Questo concetto di vivere in un mondo generato dal computer, dove la gente che tira i fili potrebbe non avere le migliori intenzioni è rimasto con me. Quello che stiamo cercando di fare è avere bambini che si possano sentire come Neo”. Un prodotto non strettamente ludico, ma che serve sopratutto a stimolare l’intelligenza dei bambini e spingerli a conoscere il mondo dell’informatica dal suo interno e in maniera razionale, come spiegato da Klein: “Vogliamo dare ai bambini gli strumenti per esprimersi, altrimenti cresceranno pensando che i computer sono solo cose che vengono spediti a loro dai geni di Cupertino”

“I bambini – dice Yontan Raz-Frindman, co-fondatore – devono rendersi conto che possono creare la tecnologia e non solo consumarla. Scorrere il dito in un dispositivo magico non dovrebbe essere l’unico modo per bambini di interagire con la tecnologia.”

Come viene mostrato nel video promozionale che potete vedere qui sotto, il bambino potrà assemblare il suo personale computer seguendo un piccolo libretto delle istruzioni.

La confezione contiene un processore ARM da 700 MHz, una scheda video e 512 MB di memoria che vanno inseriti all’interno di un case trasparente. A ciò si aggiungono altri componenti: tastiera bluetooth con mini trackpad, uno speaker, una scheda SD da 8GB, una chiavetta per la connessione wi-fi, un cavo per l’alimentazione e un cavo HDMI. Manca solo uno schermo a cui collegare il device.

Sul fronte software, il sistema operativo si chiama Kano OS ed è una versione ottimizzata di Raspbian, di origine Linux, con interfaccia grafica simile ai prodotti Windows o OS X. Il browser si chiama Chromium, una versione alternativa di Chrome, e non manca nemmeno l’App Store dove si potranno scaricare gratis molte applicazioni. Si potrà installare Libre Office e c’è pure YouTube. I bambini potranno anche imparare a scrivere dei codici di sviluppo senza rendersene conto mentre giocano: con Kano Blocks, spostando semplicemente dei blocchi, si genereranno infatti codici JavaScript o Python. Nel mostro sacro Pong, ad esempio, si potrà modificare la dimensione della palla, la velocità, il colore del tavolo e alcune regole.

Il prodotto ha ottenuto un buon numero di consensi sul mercato, tanto è vero che l’azienda ha già venduto 20 mila kit ai clienti in 87 paesi. È disponibile sul sito ufficiale al prezzo di 150 dollari in quattro lingue: mandarino, inglese, spagnolo e arabo. Non si sa ancora quando il prodotto verrà tradotto in italiano.