Jolla, lo smartphone progettato da un gruppo d’ex ingegneri di Nokia, è disponibile anche in Italia a 349€: installa Sailfish OS – un sistema operativo basato su Linux – ed è compatibile con le app di Android. Le dimensioni dello schermo sono di 4.5″ e il device implementa due fotocamere da 8Mpixel e 2Mpixel, il processore è un dual-core a 1.4GHz, la RAM da 1Gb e la memoria interna da 16Gb che può essere estesa via microSD. È sostanzialmente un dispositivo di fascia media, che però include delle caratteristiche molto originali.

Mentre siamo in attesa di provare Project ARA, lo smartphone modulare di Motorola che s’ispira a Phonebloks, Jolla prevede già qualcosa di simile: The Other Half è il nome assegnato alla personalizzazione della scocca posteriore del telefono, che può essere sostituita per aggiungere nuove funzionalità al device. Tre sono i componenti sviluppati dall’azienda finlandese – Keira Black, Aloe e Puppy Red – cui s’aggiunge un modulo progettato con Rovio per Angry Birds e i produttori di terze parti interessati possono crearne di nuovi.

Abbiamo avuto modo di provare Jolla a Barcellona, alla MWC 2014, e Silvio Gulizia l’ha definito la migliore alternativa ad Android: una delle cover personalizzate può essere associata all’acquisto dello smartphone – risparmiando 9€ sul prezzo di listino – per un totale di 369€. La partnership con Rovio è un elemento interessante per la longevità del sistema operativo, Sailfish OS, molto apprezzato dagli sviluppatori (anche se poco conosciuto dalle masse). Completa l’appetibilità del device il pieno supporto alle app di Android.