Continuano le indiscrezioni su iWatch, prodotto da Quanta a partire dal mese di luglio: Apple avrebbe scelto VIP e sportivi per testarlo — a conferma delle funzioni da fitness tracker. Gli ultimi rumor, però, riguardano il quadrante che non sarà tondo o rettangolare perché potrebbero uscire due varianti diverse (una per ogni forma). Una prospettiva che lascia intuire qualche somiglianza coi Galaxy Gear di Samsung, prodotti nelle versioni 2 e Neo, oltre ad alimentare i dubbi sul nome del futuro device. Perché non chiamarlo iFit?

A prescindere dal possibile contenzioso con Swatch, uno dei due dispositivi sarà legato a Health per iOS 8 [vedi gallery] e HealtKit. Uno smartwatch orientato allo sport che relegherebbe le funzioni più comuni dei concorrenti ad accessori: la visualizzazione dell’ora e le notifiche da iPhone sarebbero un contorno, rispetto ai sensori per il battito cardiaco e al contapassi. Nulla vieta a Cupertino di proporre sia un iWatch, sia un iFit che abbiano forme e caratteristiche differenti — oltre a un nome diverso. Soltanto congetture.

Tanto iWatch, quanto iFit sono nomi dati dalla stampa: l’ultimo dal sottoscritto — anche se non stento a credere che altri l’abbiano già immaginato e scritto. Non esistono, com’è ovvio, conferme di Apple sull’esistenza o la produzione dei due device… ma è difficile che ne sia presentato soltanto uno. Un fitness tracker sarebbe interessante, però coprirebbe giusto uno dei possibili utilizzi degli smartwatch e avrebbe un mercato più ridotto. Non tutti sono appassionati di sport e il brand si rivolge soprattutto ai professionisti.

photo credit: Janitors via photopin cc