Basta creare delle foto d’autore e su iStockphoto si può iniziare a guadagnare.

In Italia si è tenuta la prima edizione di iStockalypse, seguita dalle maggiori riviste tecnologiche che hanno fatto il riassunto delle maggiori novità annunciate nell’evento.Il fenomeno che è in grado di far guadagnare anche bene gli appassionati di fotografia, i maniaci dello scatto, coloro che riescono a rendere memorabile qualsiasi momento, si chiama MicroStock.

E quale sarebbe la grande rivoluzione?

In primo luogo il cambiamento introdotto nel mondo della fotografia. Anticamente c’era soltanto la fotografia d’archivio e quella “commerciale” su richiesta. Oggi invece, con il digitale, tutti possono realizzare degli scatti da vendere per la pubblicità, per i reportage e via dicendo.

Quindi se prima le agenzie fotografiche erano la fonte privilegiata di chi lavorava nell’editoria, nella pubblicità o nella grafica, adesso è possibile navigare in internet e andare sui portali MicroStock.

Basta pagare i diritti all’uso di questi contenuti, scaricarli nella risoluzione desiderata e il gioco è fatto.

Gli utenti alla ricerca dello scatto “desiderato” devono soltanto usare un motore di ricerca o rivolgersi a qualche sito come iStockphoto.

Chi invece ha in serbo uno scatto artistico e ha deciso di metterlo in vendita, deve registrarsi, caricare le foto e aspettare che gli vengano pagate le royalties.