Gli iPod difettosi saranno tutti sostituiti, peccato che le prime versioni dei dispositivi siano finite anche nei magazzini e per rimborsare gli utenti che hanno un device parzialmente funzionante, si useranno iPod di nuova generazione. Qualche volta la sostituzione di dispositivi difettosi non è una rogna, anzi è un’operazione molto vantaggiosa per chi ha avuto la sfortuna di fare un acquisto non proprio perfetto.

Ecco in sintesi quello che è accaduto: a novembre del 2010 la Apple, sollecitata da un gran numero di utenti circa le scarse performance dell’iPod nano – aveva problemi con la batteria che si surriscaldava eccessivamente -, ha deciso di avviare la sostituzione dei player.

Dopo aver avviato il programma però, a Cupertino si sono accorti che gli iPod nano da sostituire sono terminati anche nei magazzini per cui, per non lasciare a bocca aperta gli acquirenti già delusi, si è deciso di inviare loro un dispositivo di sesta generazione, l’ultimo in commercio.

Il che vuol dire che chi aveva comprato un vecchio iPod difettoso, adesso si trova in tasca un nuovo iPod dotato di schermo touch e varie app di iOS.

Unico problema da approfondire è perchè i nuovi dispositivi mandati in sostituzione presentino una data di garanzia già scaduta.