Per me l’iPhoneografia sottintende una sfida: riuscire ad ottenere fotografie scattate con device mobili di qualità quanto più prossima possibile a quelle scattare con fotocamere professionali. In questo senso ho sempre amato la possibilità di controllare il fuoco (e le sfocature) offerta dalle fotocamere relfex. Le sfocature sono utilissime per creare effetti artistici come per esempio gli aloni di luce. Certo con un iPhone possiamo aggiungere aloni di luce finti utilizzando app come LensLight; ma c’è anche il modo di ottenere aloni reali.

Vediamo come utilizzando un iPhone, la diffusissima app Camera+ e scattando foto alle luci dell’albero di Natale.

Il trucco è molto semplice. Camera+ permette di dividere il punto di calibratura della messa a fuoco da quello di calibratura della luce. Questo vuol dire che posso inquadrare due oggetti che si trovano su due lati opposti della fotografia ed utilizzarne uno per la calibratura della luce e l’altro per la messa a fuoco. Per fare questo basta toccare con due dita contemporaneamente il display per ottenere due marker, uno denominato Focus e l’altro denominato Exposure.

Nell’esempio che propongo, una volta ottenuti i due marker, posiziono Focus sull’estrema sinistra (lo sposto toccandolo con un dito solo) ed Exposure sul lato destro. Poi mi pongo a circa tre o quattro metri dall’albero di Natale e lo inquadro tenendolo sulla destra del display e facendolo coincidere con il marker Exposure. Contemporaneamente pongo un oggetto a circa dieci/venti centimetri dall’iPhone e lo inquadro tenendolo sulla sinistra del display facendolo coincidere con il marker Focus. Nel mio esempio (screenshot sotto) ho utilizzato la mano… ma va ancora meglio se utilizzate qualcosa riportante degli elementi con bordi ben definiti come le scritte su un biglietto da visita. Il fuoco va a tararsi sull’oggetto a sinistra producendo una sfocatura marcata di tutto ciò che sta dietro a distanza di qualche metro ed il gioco è fatto: spot luminosi e colorati al posto delle luci dell’albero di Natale.

Poi ritaglio la foto in forma quadrata anche per eliminare l’oggetto utilizzato per forzare la messa a fuoco, salvo ed edito come al solito magari eliminando un po’ il rumore tipico delle foto scattate con i device mobili in scarsità di luce utilizzando un app come Photoshop Express.

Ora tocca a voi. Vi sfido tutti a provare e a pubblicare le vostre foto su Instagram utilizzando l’hashtag #BlurredXmasLights che lancio ora con questo post.