Oggi è il gran giorno dell’iPhone X. Tuttavia, nonostante ci sia grande eccitazione per la presentazione di questo modello, permane l’ansia per conoscere, nei dettagli, le sue disponibilità. Permangono, infatti, i dubbi sulle reali disponibilità di questo modello al momento del debutto. Nei giorni scorsi, infatti, il Wall Street Journal aveva affermato che la produzione dell’iPhone X era in ritardo di un mese a causa di alcuni problemi costruttivi.

Ad entrare sul’argomento ci ha pensato, adesso, il noto analista di KGI Securities, Ming-Chi Kuo, che ha sostanzialmente confermato il recedente rapporto. Apple, al momento, riuscirebbe a produrre solamente 10 mila iPhone X al giorno. Questo significa che probabilmente le scorte del nuovo melafonino saranno particolarmente basse al momento del suo debutto commerciale. Addirittura, la variante con scocca gold potrebbe debuttare solo in un secondo momento.

Una scarsità di produzione che, secondo l’analista, sarebbe da ricercarsi in alcuni limiti nella fornitura dei componenti. Indipendentemente dai veri motivi, appare sempre più chiaro che, probabilmente, le scorte iniziali dell’iPhone X saranno molto basse. Da capire, a questo punto, come si muoverà Apple.

Tra poche ore, quindi, sarà possibile scoprire cosa avrà deciso la mela morsicata per quanto riguarda il debutto commerciale del nuovo ed ed atteso iPhone X.