C’era molta attesa per il debutto dell’iPhone X e finalmente Apple, nella giornata di ieri, lo ha annunciato ufficialmente. Un prodotto complementare nuovo, sia dal punto di vista progettuale che filosofico. Apple ha abbandonato la politica dei piccoli passi per presentare uno smartphone rivoluzionario da molti punti di vista con contenuti tecnici di assoluto rilievo. Si pensi, per esempio, allo schermo OLED, al nuovo e potentissimo processore A11 e sopratutto al sistema di riconoscimento facciale “Face ID“, definito da Apple più affidabile anche del vecchio sistema con le impronte digitali.

Dopo la presentazione, l’iPhone X è finito nelle mani dei primi giornalisti americani che ne sono rimasti colpiti in maniera molto positiva. In attesa di analisi più approfondite, il nuovo iPhone X, nei primissimi hands-on, ne esce particolarmente bene.

Quello che sembra colpire di più è il nuovo display OLED da 5,8 pollici definito bellissimo e con una qualità superlativa, tanto che le immagini sembrano letteralmente stampate su di esso. Secondo alcuni giornalisti, anche se l’iPhone X è il primo iPhone con schermo OLED, sembra che Apple abbia fatto un lavoro incredibile.

Se la cava bene anche il Face ID, che nei primissimi test sul campo sembra funzionare egregiamente anche se andrà testato a fondo. Anche se l’assenza del tasto fisico comporta un cambio di mentalità nell’utilizzo dell’iPhone, secondo i giornalisti ci si abitua molto presto.

Il nuovo processore, inoltre, sembrerebbe offrire eccellenti prestazioni.

Unica pecca, semmai, è il prezzo. Il debutto dell’Iphone X è atteso per il 3 di novembre.